Juventus Monza, le pagelle del match: Uno-Due di Chiesa ed Alex Sandro in 2 minuti
live news fantapiu3

FantaNews

Juventus Monza, le pagelle del match: Uno-Due di Chiesa ed Alex Sandro in 2 minuti

Montero chiude con una vittoria il finale di stagione

Andrea Sciuto

Di Andrea Sciuto

sabato 25 maggio 2024 20:18

post-19

scarica l applicazione di fantapiu3 da Apple store

Scarica l'app di Fantapiu3 da Apple store



scarica l applicazione di fantapiu3 per android da google play store

Scarica l'app di Fantapiu3 da Google store





SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL

Dopo un avvio di gara non particolarmente brillante, la Juventus si accende contro il Monza e al 27esimo segnano prima con Chiesa e poi con Alex Sandro alla sua ultima presenza in maglia bianconera.

A inizio ripresa il Monza prova ad accorciare il risultato, ma un super intervento di Pinsoglio, subentrato a Perin, nega la gioia del gol a Mota. Per due volte Chiesa sfiora la marcatura del 3-0 (e la doppietta personale), ma l’incrocio dei pali e Sorrentino dicono no all’attaccante bianconero.

Al minuto 73 standing ovation dello Stadium per Alex Sandro, che dopo 9 stagioni dice addio ai bianconeri. Lacrime per il giocatore brasiliano, che proprio oggi ha eguagliato Pavel Nedved in testa alla classifica dei giocatori stranieri con il maggior numero di presenze nella storia della Juventus tra tutte le competizioni: 327 per entrambi.

Il Monza cerca la rete che potrebbe riaprire la partita, ma al 76esimo, ancora Pinsoglio, chiude la porta a Djuric da pochi passi. 

 

ECCO LE PAGELLE DI JUVENTUS - MONZA 2-0

JUVENTUS

PERIN 6 Risponde presente nell’unica vera occasione da gol creata dal Monza nel primo tempo

DANILO 7 Se serve qualcuno per fermare Dani Mota, lui c’è. E’ un pilastro della difesa della Juventus, soprattutto nel secondo tempo quando aumenta la pressione del Monza, tuttavia non ci sono grandi problemi

RUGANI 6,5 Quando si trova al suo fianco compagni di reparto di quel livello, non ha nemmeno troppe difficoltà nel tenere lontano le mosse avversarie, anche se a volte non è precisissimo

ALEX SANDRO 7 E’ la sua ultima partita con la Juventus e nonostante questo non si fa tradire dall’emozione. E’ vero che in difesa non sarà perfetto, ma quando gli arriva un pallone per segnare non sbaglia e regala il 2-0 ai bianconeri

WEAH 5,5 Fa il suo sulla fascia andando leggermente in difficoltà 

ALCARAZ 5,5 L’argentino chiude con una prestazione positiva il suo periodo in prestito dal Southampton. Vedremo se la Juve deciderà di puntare ancora su di lui 

FAGIOLI 7 E’ alla sua seconda partita dal rientro dalla squalifica, ma è in grande forma e ha tutta l’intenzione di dimostrarlo a Luciano Spalletti che lo ha convocato per gli Europei. Solo la sfortuna gli nega un gol già fatto finendo per stampare il pallone sulla traversa

ILING-JUNIOR 6 Qualche volta riesce a sgambettare sulla fascia facendo impazzire la fascia sinistra del Monza, tuttavia gli attacchi sono ridotti rispetto a quanto potrebbe fare

CHIESA 7 Con Montero gioca finalmente come vuole e lo si vede dalla voglia che mette in campo. Attacca a tutto campo lungo la fascia sinistra e prendendosi di forza il gol del vantaggio

MILIK 6 Non riesce ad incidere sulla gara ma c'è il suo zampino sul gol di Chiesa

YILDIZ 6 Sente la pressione di Izzo che lo tiene a bada e lo innervosisce, ma nello stretto lui è sempre particolarmente tecnico tant’è che in una Juventus a trazione verticale si sente molto più a suo agio. Peccato per i continui battibecchi con il calciatore dei brianzoli

PINSOGLIO 6,5 Entra all’intervallo e compie due veri e propri miracoli dopo aver ricevuto l’ovazione del pubblico. Idolo indiscusso del pubblico

VLAHOVIC 6 Entra in cui la gara è chiusa

DJALO 6,5 Niente male il suo esordio con la maglia della Juve

NICOLUSSI CAVIGLIA SV pochi minuti in campo. Senza voto

MIRETTI SV gioca troppo poco per essere giudicabile

MONTERO  6,5 E’ arrivato da una sola settimana eppure sembra aver cambiato completamente il volto della Juventus. La squadra aggredisce, non si accontenta e soprattutto colpisce, la completa nemesi della squadra attendista di Allegri

 

MONZA

SORRENTINO 6 Non è sicuramente fra i più reattivi al suo ritorno in Serie A sostituendo un Michele Di Gregorio già promesso ai bianconeri. Sia sulla traversa di Fagioli che sul gol di Alex Sandro è in ritardo

IZZO 6 E’ colui che ci mette l’anima e il cuore per provare a salvare la squadra, ma la Juventus di Montero è troppo straripante anche per lui e non può fare tutto per evitare il passivo

PABLO MARI 6 Quando si trova la Juventus che attacca in contropiede, praticamente è sempre in ritardo. Fa fatica a contenere anche Yildiz nello stretto, motivo per cui costringe Izzo a fare gli straordinari

D'AMBROSIO 5 Appare subito in difficoltà di fronte all’intensità della Juventus sulla fascia. Di fronte alla furia di Chiesa si fa scappare il pallone e concede così la prima rete ai bianconeri

BIRINDELLI 6,5 E’ il difensore in più che serve al Monza, tuttavia non si ferma soltanto a questo compito presentandosi anche dalle parti di Perin soprattutto a inizio partita sfiorando addirittura il vantaggio di testa

GAGLIARDINI 5,5 Praticamente i bianconeri non hanno problemi a saltare la linea protettiva che propone. Non pressa e tanto meno aiuta la squadra sembrando assente

PESSINA 5,5 All’inizio propizia qualche soluzione positiva in fase offensiva dai suoi, ma con il passare dei minuti cala rispetto alla spregiudicatezza della Juventus che spesso salta la linea mediana

PEDRO PEREIRA 5,5 E’ un po’ il filtro centrale fra l’attacco e il centrocampo cercando di trovare spazio fra le linee, senza però riuscire spesso nell’impresa. Nel secondo tempo cresce e trova più spazi su una Juventus più libera

COLPANI 6 All’inizio costringe Danilo agli straordinari prendendolo in velocità. Quando i compagni si trovano in difficoltà passano soltanto da lui e ciò porta anche i difensori a controllarlo meglio

V. CARBONI 5,5 E’ il migliore dei suoi, apparendo come una spina nel fianco per Perin, tanto da costringerlo a un doppio intervento complicato pur di evitare problemi. La classe c’è e si vede, ma non basta per evitare il peggio al Monza

DANY MOTA 5,5 Quando viene chiamato a involarsi in velocità, il brasiliano fa il suo, ma quando deve rientrare per difendere Sorrentino fatica e lo si vede su calcio d’angolo dove propizia il gol di Alex Sandro

BONDO 6 Sembra tutta un’altra cosa rispetto a Gagliardini. Il 20enne francese mette in campo tutta la propria freschezza accompagnata a un pizzico di lucidità che aumenta la pressione del Monza

DJURIC 6 E’ quello che serviva al Monza per trovare equilibrio, soprattutto lì davanti. Lui è il perno della fase offensiva brianzola anche se non si trova grandi occasioni

ZERBIN 4,5 Entra in campo male, facendosi superare dopo pochi minuti da Danilo e abbattendolo senza troppi complimenti. In fase offensiva non è preciso e di conseguenza non porta fiducia ai compagni. Al 90? commette un altro fallo su Alcaraz e chiude il campionato con un’espulsione

KYRIAKOPOULOS 6 Si incarica dei calci piazzati per scavalcare la difesa della Juve, ma ha pochi minuti per incidere

FERRARIS SV in campo per pochi minuti, questo è il suo esordio in Serie A

PALLADINO 5,5 Non sembra voler rischiare troppo in quella che potrebbe esser la sua ultima presenza sulla panchina del Monza. E lo si vede nel primo tempo quando decide di lasciare fuori Djuric. Si corregge nel secondo, ma ormai è troppo tardi

Next News                                      Previous News

Ultime News

Copa America: la classifica degli autogol
fantacalcio Copa America: la classifica degli autogol

Solo un autogol in tutto il torneo

Copa America: la classifica degli assist da fermo
fantacalcio Copa America: la classifica degli assist da fermo

Un solo giocatore con più di un assist da fermo all'attivo

Copa America: la classifica degli assist da fermo
fantacalcio Copa America: la classifica degli assist da fermo

Un solo giocatore con più di un assist da fermo all'attivo